Fornace Bianchi

 

L'attività delle fornaci da calce è documentata in Cogoleto già a partire dal XV secolo, ma certo la produzione di calcina doveva avere una lunga tradizione precedente. Grazie alla calce proveniente da Cogoleto Genova avrebbe infatti costruito le mura del XII secolo, ovvero quelle denominate "del Barbarossa", i moli in porto, fino ad importanti strutture quali il Palazzo Ducale.
Lo stesso toponimo di Cogoleto sembrerebbe derivare dalla locuzione "coquere lithos", considerazione che attualmente e contraddetta da varie tesi, ma che in passato era accettata dato che si tramandava di prime fornaci gia in epoca romana. Sebbene si possa trattare di tradizione popolare, ciò fa riflettere su quanto gli antichi cogoletesi considerassero l'attività della calce quale loro principale fonte di sostentamento, tanto da giustificare la presenza del paese sulla costa quale luogo dove si "cuoceva la pietra". => leggi di più sull'argomento
(Convegno Montagne Incise 2011 - in corso di stampa)